martedì 31 marzo 2009

Sym-Bionic Titan: il ritorno di Genndy Tartakovsky

Chi non adora Genndy Tartakovsky? Conosciuto ai più come il creatore de Il Laboratorio di Dexter il nostro animatore russo rimarrà nella storia per il suo capolavoro Samurai Jack. Visionario, tecnicamente mostruoso e serio da morire (nonostante le scelte grafiche e di sceneggiatura). Una gemma che tiene il passo di chambara ben più blasonati.



Ora pare che il nostro stia tornando, e nel migliore dei modi. Perchè il suo prossimo Sym-Bionic Titan parlerà di... robottoni giganti. Che chiedere di più? Il lavoro pare procedere talmente bene da far guadagnare al Nostro il titolo di storyboard arist ufficiale per Iron Man 2. Se tanto mi da tanto...




9 commenti:

Greg ha detto...

ecco come si chiamava! samurai jack!
troppo figo!

e stasera si ricarica il mulo

Giangidoe ha detto...

Anche a me piacciono molto queste serie (sebbene conosca relativamente meno Samurai Jack) e sapevo che erano dello stesso autore ma non ce conoscevo il nome!
Una decina di anni fa credevo fosse suo anche Johnny Bravo, per poi scoprire solo di recente che era stata invece una delle ultime creazioni di Hanna&Barbera...

aLeX ha detto...

un genio assoluto!
non vedo l'ora...

saluti esoterici..
aLeX

Officina Infernale ha detto...

samurai jack una delle mie roba preferite in assoluto!!!!!

MA! ha detto...

Samurai Jack è culto. Da lezione di regia. Le Superchicche invece, se si è abili a leggere tra le righe caramellose, sono di una ferocia inaudita. Molto peggio dei vari South Park e compagnia varia. Basti la puntata in cui sviscerano un mostro per vedere se è bello dentro e quindi dargli una seconda possibilità. Naturalmente la risposta è che è brutto anche dentro.

Giangidoe ha detto...

Io ricordo quella puntata delle Superchicche che citava (o ricordava) Cloverfield. Spettacolare!

Faust VIII ha detto...

Apprezzo molto Samurai Jack, per scelte stilistiche, citazioni e regia. Ne ho anche fatto una recensione qui=>http://chokohamacemetery.blogspot.com/2009/02/samurai-jack.html
Conoscendo Tartakovsky e l'argomento(robottoni giganti) prevedo un grande prodotto...

Federico ha detto...

Una precisazione: Le Superchicche sono di Craig McCracken, non di Tartakovsky.

MA! ha detto...

Grazie mille Federico. Correggo subito.