lunedì 5 gennaio 2009

Nordic Vision: il lato intelligente del black metal

Alla fine anche il black metal ha portato qualcosa di buono (non me ne vogliano i blackster più true/grim/raw). Nordic Vision è una fanzina norvegese altamente settoriale e stampata senza editore, ma capace di riscrivere i canoni del magazine musicale. Carta patinatissima, pochi articoli ma ben approfonditi (si consideri che vengono dedicate 10 pagine agli Orcustus, autori di un solo, introvabile EP), cura maniacale per grafica e shooting. Dalla scelta dei font al rispetto per la fotografia (tutte a pagina piena, più alcuni clamorosi casi di pagina doppia, zero cazzate da satanista della domenica) tutto denota un gusto eccezionale, tra il minimalista e il gelido (molto black). Un gran numero di scelte scomode a livello contenutistico denota la voglia di tenersi alla larga da certe faglie merdallare ancorate a clichè nati morti 20 anni fa. Capolavoro di editoria, prodotto inarrivabile anche per nomi ben più blasonati (ed economicamente forniti).


7 commenti:

Torakiki ha detto...

Bellissima.

Greg ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Greg ha detto...

Cioè la voce del black metal dopo che questo ha deciso di trasformarsi in moda?
Come i vamp, i goth, i glam e gli emo, ora anche i satanassi hanno una rivista cool?

Oppure è veramente una presa di coscienza che il bruciachiese assassino, incisore dei propri urli nello scantinato è solo una macchietta iconoclasta, infantile e falsa?

Sta di fatto che da circa una decina d'anni il black ha partorito i suoi ultimi cuccioli e li ha resi il picco più alto del true metal moderno.
E non credo che importi quali e quante riviste se ne accorgano.

MA! ha detto...

Mai ascoltato black, evito accuratamente ogni forma musicale con dietro una filosofia. La musica deve rimanere musica, senza tante menate. Questo non toglie che 'sta fanza fa paura, sopratutto dal punto di vista grafico. Avrebbe potuto essere un libro di cucina e ne avrei parlato lo stesso e alla stessa maniera.

Greg ha detto...

Got Black?

No!?

Allora ti consiglio borknagar, enslaved, thyrfring e taake per farti capire a cosa mi riferisco con picco più alto dell'heavy metal. niente filosofia qui, solo volume.

Tra le righe mi/ti chiedevo se lì dentro c'è l'arrosto oltre a tutto quel fumo.

In quel caso la pagina di cucina "A tavola con Burzum" ci poteva stare...

MA! ha detto...

Di ciccia c'è ne, e pure di qualità. Servizioni sui Taake (con tanto di foto fantastiche)e sui Darkthrone. Ma anche sui più sperimentali Virus e i fenomenali Arabrot. Comunque grazie per le dritte.

Greg ha detto...

Dai allora una copia me la prendo!
Grazie ancora!