domenica 11 luglio 2010

Andate tutti a fanculo: Black Tusk - Taste the Sin (Relapse/2010)




Quest’anno Natale arriva due volte. La prima in corrispondenza dell’uscita di Snake for the Divine degli High on Fire. Album metal puro e duro, di quelli che dentro ci trovi gli ultimi trent’anni di musica. Masticati, sminuzzati e metabolizzati da tre cafoni con la passione sfrenata per volumi assurdi e suoni analogici. Poi arriva anche il nuovo disco dei Black Tusk e ci si ritrova ancora una volta a festeggiare per la troppa grazia. Si parte benissimo quando scopri che la band stessa si autodefinisce swamp metal. Chi deve capire capisce al volo, sentendosi già sotto il naso il tanfo dolciastro e nauseabondo dell’umida atmosfera palustre. Un pastone di valvole, thrash metal, stoner e derive tossiche. Come i Baroness, ma senza il loro straordinario gusto. Come i già citati High on Fire, ma allargando lo spettro di influenze. Come gli Rwake, ma con meno droga e più alcool distillato clandestinamente. Zero fumo, tutto arrosto. Fatto rosolare su di un bbq nel retro di qualche roulotte, come la più scontata tradizione white trash pare richiedere. Le derive sludge sono al minimo storico, preferendo puntare su impatto e abrasione. Il risultato ricorda il grandioso The Ultimate Destroyer dei Lair of the Minotaur, ultimo lavoro del combo di Chicago prima del collasso creativo. Lavori capaci di restituirci a una concezione di musica estrema realmente selvaggia e incontenibile. Chiusa in un guscio di ignoranza e menefreghismo che fa di tutto per allontanare ascoltatori occasionali. I Black Tusk non sono rockstar, non necessitano dell’attenzione di nessuno. Un dito medio in faccia a eccessi patinati, ricerche d’immagine e pagliacciate per adolescenti. Barbe da clochard, sudore e Mesa Boogie a 11. Ecco cosa sono i Black Tusk.



Scion A/V Video: Black Tusk - Red Eyes, Black Skies from Scion A/V on Vimeo.


5 commenti:

Officina Infernale ha detto...

tutta roba che sto ascoltando in questo periodo!!!!

Officina Infernale ha detto...

...anche se come i deadbird, gli rwake ma sopratutto i baroness li trovo un po fiacchi a livello di suoni, loro tra tutti questi rimangono secondo me i migliori,come un altro gruppo storico gli alabama thunderpussy mai piaciuti per via dei suoni un po fiacchi....degustibus

MA! ha detto...

Per gli Rwake concordo, troppo arioso. Con chitarre un pò più pese spaccherebbero il mondo. Riguardo ai Baroness invece... per me l'ultimo è una bomba. Non sono un gruppo per devastarsi, sono una versione un pò meno pretenziosa dei Mastodon. Comunque fra poche ore me li vedo. Poi ti faccio sapere come sono dal vivo.

香昱信張君林 ha detto...

喜歡看大家的文章,每篇都是一個故事,都是一種心情~~祝大家開心愉快............................................................

雅莊王edgd春2蕙婷余惠其 ha detto...

逛BLOG逛上癮了,一天不來會不習慣了耶!!..................................................................