giovedì 24 settembre 2009

Blu + David Ellis = Capolavoro (e questa volta non esagero)





Che si sappia, io considero Blu e Nicola Verlato il futuro dell'arte "alta" italiana. Due geni, due modi di esprimersi totalmente all'opposto. Se il secondo sta portando a fondo un discorso su di una sorta di nuova arte sacra virata al pop, il bolognese Blu invece preferisce spostare un bel pò più in la i limiti espressivi della street art. Guardatevi il filmato sopra (realizzato in una settimana con l'aiuto di David Ellis) e sentitevi minuscoli. Non dovete avere vergogna, è una reazione naturale.

9 commenti:

Mister Snike ha detto...

faigo.

rae ha detto...

ho preferito Muto.

rae ha detto...

espando:

di muto ho apprezzato l elemento narrativo e l assenza di esseri umani. Capisco che nascendo da una collaborazione con un altro artista (in cui invece l elemento umano è presente) si scenda a compromessi, ma a mio parere i due elementi di cui sopra erano i due motivi per cui piu' avevo apprezzato il precedente corto.

The Passenger ha detto...

concordo con rae!

MA! ha detto...

Io di questo gradisco molto la gestione degli spazi interno/esterno, l'uso dell'ambiente come parte integrante dell'opera (il pozzo, il muro bucato), certi trucchi da cinema anni '40 spolverati per l'occasione e la varietà delle animazioni. Punto che Muto riusciva a girare a suo favore, visto che risulta molto più coeso e solido a livello di poetica. Il nuovo filmato mi puzza più di esercizio di stile, ma uno stile a cui gli altri arriveranno tra 15 anni (almeno).

N3B ha detto...

...io sono davvero colpita, davvero davvero.
Ho anche visto Muto che ho avete citato nei commenti, non credo di essere in grado di dare un'opinione adeguata, penso che per il momento mi bastano le sensazioni che provo.

Era un ringraziamento per la segnalazione ^_^

MA! ha detto...

Grazie a te per essere passata!

sara ha detto...

ecco, io ho apprezzato il pozzo ma ho trovato pessimo il muro bucato. Mi è sembrato gratuito e poco coerente. Anche il fatto che ripassino piu' volte cancellando e ridisegnando (ma ancora, mi sembra sia farina del sacco di ellis piu' che di blu) mi è sembrato togliesse efficacia.

l interazione con l ambiente c era gia' in muto ma era piu' sottile, piu' e meno invasiva. IN combo l ho trovata in generale piu' grezza

MA! ha detto...

Ciao! Sembra proprio che sto Combo abbia fatto impazzire solo me. Sarà per l'atmosfera più giocosa e naif (i disegni cancellati, il muro parlante,...) ma a me piace da matti.