martedì 5 gennaio 2010

Horse the Band - Desperate Living (Vagrant/2009): nerdcore forever

Come suona un gruppo metalcore quando passa troppe ore su di un Gameboy? Così! Se invece vi interessa la mia recensione cliccate qui. E adesso che il chiptune-core è realtà, cosa ci dobbiamo aspettare?

3 commenti:

Greg ha detto...

bello quando le band non si vergognano di fare quello che sentono dentro.

in Italia un atteggiamento del genere sarebbe pura utopia.

MA! ha detto...

Ed è un peccato, perchè in Italia ci sono band che nessuno cagherà mai dalle potenzialità enormi. Ne è la dimostrazone quanto erano idolatrati all'estero gli Ephel Duath, mentre in terra natìa nessuna sapeva chi erano (ed è storia di 2/3 anni fa, mica degli anni '70).

Greg ha detto...

il problema è che nello stivale si suona soprattutto per emulazione di band/correnti musicali estere così come ce le propongono i media. che è una cosa legittima per carità, d'altra parte se si suona è innanzitutto per passione e per ispirazione a certi linguaggi di riferimento.
ma questa fase non viene superata mai, o quasi, e se si verificano cambiamenti è perchè si sposta semplicemente l'oggetto emulato.

eternamente relegati alla serie B.

MA! io puntroppo da fan del progressive rock l'ascolto di certe band come ZU, Morkobot ed Ephel Duath me le brucio in partenza. Certo se il panorama italiano fosse tutto così le nostre potenzialità sarebbero decisamente su altri livelli...