venerdì 11 febbraio 2011

Il lettore medio non esiste (lo dice Studio, nell'angolo in basso a sinistra)




Appena tornato in Italia dopo la solita trasferta parigina (adesso mi manca solo una settimana di fuoco milanese e per questa stagione ho finito) e subito incappo in una notizia da sorriso ebete: la nascita di Studio. Una rivista cartacea che pare raccogliere tutto quello che cerco in un magazine. Colta, snob quanto basta, giovane senza essere giovanilistica.
Su Contemporary Standard una bella intervista al folle dietro al progetto, qui il blog ufficiale.

4 commenti:

Benway ha detto...

Ma si trova in edicola?

MA! ha detto...

Non ancora. Ma penso che manchi poco al lancio ufficiale.

Davide ha detto...

a metà marzo uscirà il numero uno

MA! ha detto...

Grazie mille, Davide.