mercoledì 30 marzo 2011

Te la do io la realtà aumentata



Vi ricordate queste? Ecco, alla Skittles si sono saputi superare. Tirando in ballo la versione più ignorante e farlocca di realtà aumentata con cui io sia venuto a contatto. A cosa servono webcam e codici QR quando puoi semplicemente imbrattare il monitor con il tuo ditone unto?




3 commenti:

Greg ha detto...

siamo tornati al cinema del "treno" dei fratelli lumière... commovente

Valentino Sergi ha detto...

Magnifiche!

MA! ha detto...

La Skittles ridefinisce di volta in volta il significato di bizzarro. Chissà cosa ne verrebbe fuori se affidassero una campagna a David Lynch.